Weaving Olden Patterns: August 2015

Friday, 21 August 2015

And here's the Dragon! / Ecco il Drago!

Remember the Dragon Tail scarf/shawl I began some time ago?
Well, last week I managed to finish it, and I'm oh so proud of it. Not only it's my first Tunisian crochet project, but it also turned out great, big and cosy and oh so soft (this thanks to the lovely yarn Géraldine sent me, Phil Bambou Laine by Phildar). It is 2 m long from tip to tip and 45 cm wide by the last scale, and the last row counts 110 stitches, which are quite a lot... : ) As I already wrote I strongly recommend this if you want to try Tunisian crochet, it's easy, good fun and you get a nice original item to wear. You might find this tutorial by Julia Marquardt helpful, but if you want to get one that's exactly like mine you have to change the pattern a little bit: I followed the instructions by a great designer, MariaGrazia Berno, who modified it a bit in order to obtain a scarf/shawl that curls up more. Her pattern says to increase of two stitches at the end of every row, just before the second-to-last and the last stitch, plus after working 6 rows you close the first 6 stitches of what will be the 7th row to get the scales. Sounds complicated, but it's really a piece of cake, so get a Tunisian hook and try it, you'll love this technique! =D Also, if you enjoy regular crochet more than Tunisian check out this pattern, also by Julia Marquardt, and not only: if you are a knitter you might want to give a try at this, by Solwey Hauptmann, which should be fun as well, if you love knitting, that is... ; )
So, no more talking, and see my beloved Tail (in an awful pic, will have to wait for the Fall to see a decent one)!

Vi ricordate lo scialle/sciarpa Coda di Drago che avevo iniziato un po' di tempo fa?
Bene, la scorsa settimana sono riuscita a finirla, e ne sono molto orgogliosa. Non solo è il mio primo vero progetto a uncinetto tunisino, ma è anche venuta davvero bene, è grande e morbidissima (grazie alla splendido filato che mi ha regalato Géraldine, Phil Bambou Laine di Phildar). Misura 2 m da una punta all'altra ed è alta 45 cm in corrispondenza dell'ultima scaglia, e l'ultima riga conta 110 maglie, che sono parecchie... : ) Confermo quello che ho già scritto, cioè che vi consiglio questo progetto se volete cimentarvi nell'uncinetto tunisiano, perché è facile, divertente e permette di ottenere un bel capo originale da indossare. Ho trovato utile questo tutorial di Julia Marquardt, ma se volete una coda uguale alla mia dovrete cambiare un po' lo schema: io ho seguito le istruzioni di una bravissima designer, MariaGrazia Berno, che ha modificato un po' lo schema per ottenere una coda più arricciata. Il suo schema dice di aumentare di due maglie alla fine di ogni riga, prima della penultima e dell'ultima maglia, in più dopo aver lavorato 6 righe bisogna chiudere le prime 6 maglie di quella che sarà la settima riga, per ottenere le scaglie. Sembra complicato, ma in realtà è semplicissimo, quindi trovate un uncinetto tunisino e provate, vi innamorerete di questa tecnica! =D Se invece preferite l'uncinetto classico e vi piace l'idea, potete seguire questo schema, sempre di Julia Marquardt, e non solo: se i ferri sono il vostro strumento di elezione, questo schema di Solwey Hauptmann fa al caso vostro. : )
Ma ora bando alla ciance, eccovi la mia adorata Coda (foto orribile, lo so, bisognerà aspettare il freddo per averne una decente)!


Saturday, 8 August 2015

Of Dragons and crochet / Draghi e uncinetto

Can you believe it's August already? I find it quite unbelievable, how time flies... but August means that I can finally start dreaming again about cold days and new wool items to make, a thought that always delights me! 
It might seem still too hot to try and learn something new, but hope for colder days makes me ambitious, so I finally decided to take courage and use the flexible Tunisian hooks I purchased this Spring for my very first Tunisian crochet project!
So, let me introduce you to my beginning of the "Dragon tail" scarf (check out its very well explained tutorial here)!
I started it just yesterday with a 10 mm hook to make sure it stays soft, as the yarn is a wonderfully soft one itself, a wool and bamboo mix given to me by the incredibly kind Géraldine B., and see how it's grown already! Can't wait to show it to you once it's finished, and I do believe it won't take too long to complete: it's such a quick and easy project, just what I needed to become more familiar with this technique - and I love it, let me tell you that, if you haven't tried Tunisian crochet before, give it a try, you'll be surprised! : )

Riuscite a crederci? E' già Agosto. E' incredibile come voli il tempo... ma il fatto che sia Agosto significa che posso finalmente tornare a sognare i giorni freddi e nuovi capi di lana da realizzare, pensiero che è sempre una fonte di gioia per me!
Potrebbe sembrare ancora troppo caldo per provare ad imparare qualcosa di nuovo, ma la speranza dei giorni più freschi mi rende ambiziosa, quindi ho finalmente trovato il coraggio per usare gli uncinetti tunisini con cavo che avevo acquistato in primavera per il mio primo progetto a uncinetto tunisino!
Dunque, ecco a voi l'inizio della mia sciarpa "Coda di Drago" (qui trovate il tutorial per realizzarla, spiegato davvero bene)!
L'ho iniziata solo ieri usando un uncinetto da 10 mm per essere sicura che rimanga soffice, perché il filato che ho scelto è di una morbidezza incredibile, un misto di lana e fibra di bambù che mi ha regalato la gentilissima Géraldine B., e guardate quanto è già cresciuta! Non vedo l'ora di mostrarvela quando sarà terminata, e credo non ci vorrà molto: è un progetto veloce e facile, proprio quello che mi ci voleva per familiarizzare con questa tecnica - e la adoro, lasciate che ve lo dica, se non avete mai provato l'uncinetto tunisino dategli una possibilità, vi sorprenderà! : )